Pomigliano d’Arco – Museo della Memoria

Museo della Memoria Pomigliano d'arco

Il “Museo della Memoria” è una struttura polifunzionale ubicata in Piazza Mercato, nel cuore del centro storico di Pomigliano d’Arco. Si tratta di un ex-rifugio antiaereo della Seconda Guerra Mondiale, riqualificato e aperto al pubblico nel 2004. Si estende su una superficie di circa 600 metri quadrati (interrati, ricavati dalle gallerie dell’ex-rifugio) ed è suddiviso in aree per uffici, biblioteca, sala multimediale e sala conferenze, ideali ad ospitare attività culturali, manifestazioni e mostre temporanee.

A pochi passi da Piazza Mercato e dal “Museo della Memoria”, sorge il Teatro Gloria, storica sala cittadina, luogo d’incontro, di svago e di dibattito per intere generazioni della Pomigliano operaia fin dagli anni Settanta, che a ottobre ospiterà iniziative e concerti della XXII edizione di Pomigliano Jazz.

I Giardini d’Infanzia, realizzati contemporaneamente al Parco delle Acque, sono un’altra oasi al centro di Pomigliano, nata non solo per recuperare i luoghi, ma soprattutto per rinsaldare il legame uomo-natura, attraverso l’educazione dei più piccoli. Si tratta di un’area agricola attrezzata a “misura di bambino”, con diverse zone a tema immaginate insieme ai bambini: dal frutteto al percorso odoroso, dalla zona d’ombra e riposo alla passeggiata, dal percorso acustico con il ruscello all’area dei giochi. Un luogo dove i sensi dei “piccoli cittadini” possano essere stimolati attraverso il gioco.

Pomigliano d’Arco è uno dei principali centri dell’entroterra napoletano, che sorge in una posizione strategica sulla direttrice per Nola. L’antico casale, con un’economia prevalentemente agricola, deve il nome agli archi dell’acquedotto augusteo che attraversava la zona, e nel medioevo era raggruppato intorno ad un antico monastero intitolato alla S. Croce (attuale sede del municipio) e alla chiesa di S. Felice in Pincis (XI secolo). Patria dello scrittore Vittorio Imbriani, che nell’800 ne raccolse gli antichi racconti popolari, nel XX secolo Pomigliano fu interessata da un intenso sviluppo industriale. Nel periodo fascista, con la realizzazione di un aeroporto (distrutto poi dai bombardamenti), vi si insediò la divisione aviazione dell’Alfa Romeo, seguita nel dopoguerra da altri importanti stabilimenti del settore aeronautico e meccanico. Il più importante capitolo industriale della città è legato all’Alfasud, che nel 1972 fu la prima automobile costruita nel Sud Italia. Lo stabilimento, passato poi alla Fiat, fu teatro negli anni ’70 della grande stagione dei movimenti operai, che vide la nascita di storici collettivi, come i “Zezi” e le “Nacchere rosse”, che rinnovarono e rilanciarono le tradizioni musicali e popolari del territorio.

Indicazioni Stradali per raggiungere il Museo della Memoria a Piazza Mercato, Pomigliano d’Arco (NA).


Da Nord (provenienza Roma) a Piazza Mercato, Pomigliano d’Arco (NA)

Da Sud (provenienza Salerno) a Piazza Mercato, Pomigliano d’Arco (NA)

 

Share Button