News

Young Jazz Lab, da Carosone a Quincy Jones per i piccoli dell’IC Bosco Lucarelli di Benevento

02

Da Renato Carosone a Quincy Jones. Il repertorio del live del “Coro del Ritmo e dell’Improvvisazione” dell’IC Bosco Lucarelli di Benevento ha spaziato tra il pop d’autore di Simone Cristicchi la tradizione napoletana e quella jazzistica, lasciando spazio al Miles Davis più modale di Freddie Freeloader, al brio di Birdland dei Weather Report e passando per due grandi maestri del piano jazz Thelonious Monk e Chick Corea; il tutto spruzzato dal latin stile di In fondo al mar di Alan Menken che si è mischiato con la storica Spain del maestro Corea nel quale il coro ha dato vita a un “call and response”.

Sono stati questi alcuni momenti musicali del live del “Coro del Ritmo e dell’Improvvisazione” dell’IC Bosco Lucarelli, che si è tenuto a Benevento presso l’auditorium “Tanga”. Il concerto ha chiuso il ciclo di incontri dell’azione 2 “Jazz Voice – laboratori di coro” del progetto “Young Jazz Lab” promosso dalla Fondazione Pomigliano Jazz nell’ambito del programma “Scuola Viva” della Regione Campania e con il contributo del Ministero della Cultura. Gli studenti del “Bosco Lucarelli” di Benevento sono stati guidati dai maestri Licia Lapenna, che ha diretto il coro e accompagnati dal quartetto composto da Francesco Nastro, Luigi Di Nunzio, Antonio Napolitano e Raffaele Natale.

Share Button