News

25 aprile 1945 | 25 aprile 2022: che sia una Liberazione di pace

foto_news

Nel 2020 l’Orchestra Napoletana di Jazz si riunì virtualmente per festeggiare il giorno della Liberazione proponendo un mix di due brani significativi “Bella Ciao”/“This is not America”. Erano i giorni più bui della pandemia e in Italia, così come in gran parte del Mondo, tutto era fermo.

Quella giornata la dedicammo a una liberazione diversa, inattesa, piombata sul Mondo come un incubo invisibile. La dedicammo alle migliaia di vittime del Corona Virus, al lavoro senza sosta dei sanitari e agli artisti e a tutte le maestranze dello spettacolo le cui attività live furono bloccate per tantissimi mesi.

Oggi quella stessa musica, in questa stessa giornata, assume un nuovo significante. Il nostro auspicio è che ritorni la pace e che si fermi questa assurda guerra nel cuore dell’Europa, nella quale migliaia di civili stanno perdendo la vita.

(LINK VIDEO)

Per questo anche quest’anno, per ricordare il 25 Aprile, abbiamo voluto riproporre il video realizzato dall’Orchestra Napoletana di Jazz diretta da Mario Raja, che per l’occasione suona anche il sax alto. Completano l’organico, Marco Zurzolo al sax alto, Giulio Martino al sax tenore, Enzo Nini al sax tenore, Nicola Rando al sax baritono, Gianfranco Campagnoli alla tromba, Matteo Franza alla tromba, Nicola Coppola alla tromba, Raffaele Carotenuto al trombone, Alessandro Tedesco al trombone, Giovanni Francesca alla chitarra, Francesco Nastro al pianoforte, Aldo Vigorito al contrabbasso e Vittorio Riva alla batteria.

Il video si apre con le immagini del film “Le quattro giornate di Napoli” di Nanni Loy (1962) e prosegue con ritagli, scelti da Giuseppe Pesce, di altre pellicole che fondono immagini della Seconda Guerra Mondiale e della guerra in Vietnam.

Direzione artistica: Onofrio Piccolo
Coordinamento tecnico e missaggio: Piero de Asmundis
Regia e montaggio: Marco Caiano (Si Comunicazione)
Grafica: Michele D’Uva

Share Button